IL TEMPO LENTO DEL RESPIRO

Standard

Il tempo lento del respiro.

L’aria entra profanandoti: tocco invisibile di vita.

Il nemico è in altri respiri, invisibile.

Il sapore della paura odora di disinfettante, candeggina, alcol.

E il respiro comincia a non avere sapore.

Ci sono abissi profondi nella paura.

Il silenzio è scandito dal respiro lento dei giorni.

Abbiamo paura, tutti.

La paura è un sentimento informe, liquido, assuefacente.

È un sentimento che si alimenta nel buio della mente.

Forse non ricordavamo nemmeno più il rumore del respiro,

l’irruenza vorticosa dell’aria che ti pervade,

il suo tocco alieno nell’intimità inaccessibile del corpo.

Ma è la paura a ridarci il respiro.

Ossigeno

che scandisce il battito.

Il corpo si gonfia e si contrae,

fisarmonica perfetta di membrane.

Respiro e tempo.

Il tempo del respiro

e del suo silenzio.

Esistono abissi nel respiro.

Apnee profonde nell’esistenza.

Vita Iaia

galatea-of-the-spheres

Galatea delle sfere di Salvador Dalì

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...